medicina e wellness, training, nutrizione, per chi ha oltre 65 anni

consigli per la salute ed il benessere oltre i 65 anni

consigli per una sana alimentazione oltre i 65 anni

consigli per l'attività fisica oltre i 65 anni


Medicina Generale

Visite mediche, esami strumentali e di laboratorio

In questa fascia di età, il mio consiglio è che vi rechiate dal vostro Medicina Generale almeno una o due volte l'anno cosicché, grazie ad una periodica visita di controllo, questi potrà stabilire, a seconda del vostro stato di salute, la prescrizione di eventuali visite specialistiche controlli clinici e strumentali che può essere opportuno fare tempestivamente in questa fascia di età.

Vaccinazioni

Vaccinazione anti-influenza stagionale, cui sottoporsi ogni anno presso i servizi di vaccinazione della ASP di residenza o presso lo studio del vostro Medico di Medicina Generale.

Informazioni su tempi e modi di somministrazione del vaccino vi verranno forniti, come di solito, da ASP o Medico di Famiglia.

Screening tumori

Alle donne fino a 69 anni consiglio di partecipare ai programmi di screening per il tumore seno, secondo le linee-guida in vigore dettate dal Ministero della Salute, accettando l'invito della ASP di residenza ad effettuare una mammografia bilaterale ogni 2 anni.

Il rischio di contrarre un tumore della mammella non si annulla col raggiungimento dei 69 anni di età, per cui vi consiglio di consultare il medico curante sulla opportunità di continuare o meno a sottoporvi spontaneamente a controllo con mammografia ed eventuale ecografia delle mammelle.

Ad uomini e donne fino a 69 anni consiglio di partecipare ai programmi di screening per il tumore del colon-retto, secondo le linee-guida in vigore dettate dal Ministero della Salute, accettando l'invito della ASP di residenza ad effettuare un test del sangue occulto fecale ogni 2 anni (o la rettosigmoidoscopia se la vostra ASP ha scelto questo tipo di screening).


Nutrizione ed educazione alimentare

E’ importante, in questa fascia d’età, che la dieta sia varia e appetibile e che garantisca un adeguato apporto di macro e micronutrienti. Nell’età avanzata si possono, infatti, verificare condizioni quali riduzione dell’appetito, disidratazione, difficoltà masticatorie o patologie intestinali o renali, che possono causare stati carenziali.
Adeguate quantità di frutta e verdura, oltre a proteggere da malattie croniche, assicurano un rilevante apporto di carboidrati complessi, vitamine, minerali e sostanze protettive antiossidanti.

È bene consumare spesso legumi e ridurre il consumo di grassi animali, alcolici e sale da cucina, facendo attenzione, però, a non eliminarlo mai del tutto.


Training fisico preventivo e terapeutico

Per migliorare la salute cardiorespiratoria e muscolare e ridurre, in questo modo, il rischio di malattie croniche, come anche la depressione ed il declino cognitivo, sarebbe opportuno che donne e uomini over 65 anni, previa valutazione medica, svolgessero almeno 150 minuti alla settimana di attività fisica aerobica di moderata intensità o almeno 75 minuti di attività fisica aerobica a intensità vigorosa ogni settimana o una combinazione equivalente di attività con intensità moderata e vigorosa.

A questo, raccomando di associare esercizi di rafforzamento dei maggiori gruppi muscolari 2 o più volte la settimana, nonché attività per migliorare l’equilibrio e prevenire le cadute 3 o più volte la settimana per coloro che hanno una ridotta mobilità.

Coloro i quali non fossero in grado di raggiungere i livelli raccomandati per via delle  loro condizioni di salute, dovrebbero adottare uno stile di vita attivo e svolgere attività a bassa intensità, nei limiti delle proprie capacità e condizioni perché, è bene non dimenticarlo, anche attraverso le normali occupazioni della vita quotidiana (gli acquisti, le pulizie e la preparazione dei pasti) si può mantenere un adeguato livello di attività.

La maggiore raccomandazione che mi sento di farvi è di ridurre al minimo i periodi di sedentarietà, come guardare la televisione o dormire sulla poltrona, poiché potrebbero costituire un fattore di rischio a sé per la salute, a prescindere da quanta attività si pratichi in generale.


 

Paola Micale 2019 - Contatti

Privacy Policy Cookie Policy